Come produrre energia per l’autoconsumo con il fotovoltaico

2 min


0

L’installazione di un impianto solare fotovoltaico è oggi una scelta che si sta diffondendo molto dove alla base c’è la volontà di provvedere in autonomia alla produzione di energia elettrica necessaria per i consumi quotidiani. Si è inoltre innalzata l’attenzione per l’ambiente e ci si è sensibilizzati maggiormente verso scelte che tendono ad abbassare i consumi e a produrli nel modo migliore possibile a livello di impatto ambientale. Nella maggior parte dei casi la scelta di produrre energia domestica di energia elettrica è finalizzata all’autoconsumo e solo in minima parte alla vendita al gestore.

Così, nel tempo, molte aziende hanno pensato di sviluppare tecnologie per l’uso di energie rinnovabili applicate all’uso domestico con lo scopo preciso di far risparmiare il consumatore sulle spese energetiche. Tra le soluzioni pensate per la casa ci sono in primis gli impianti fotovoltaici, solari e termici. Vediamoli nello specifico.

Come produrre energia elettrica con un impianto solare fotovoltaico

Allo stato attuale la produzione di energia elettrica attraverso un impianto solare fotovoltaico e il conseguente consumo per i bisogni domestici, è una soluzione funzionale ed economicamente conveniente: nel corso degli anni sia la tecnologia che permette il funzionamento di un impianto sia le parti che lo compongono, come i pannelli, le batterie, i sistemi di accumulo, sono stati perfezionati e, come conseguenza delle loro sempre maggiore diffusione, sono diventati più economici.

Il funzionamento dell’impianto fotovoltaico è molto semplice in quanto ha due funzioni specifiche per la produzione di energia, ovvero quella volta all’autoconsumo e quella di immettere energia nella rete pubblica. Il consumo di energia è naturalmente vincolato dalle radiazioni solari che però si sta piano piano tentando di eludere con soluzioni di accumulo che permettano di usufruire dell’energia prodotta anche in un secondo momento. In questo modo ci si avvicina sempre di più verso la completa autonomia energetica e sono l’ideale nel momento in cui l’energia pubblica non è in grado di assolvere le proprie funzioni. Per quanto riguarda i costi ad oggi sono molto più accessibili anche grazie agli incentivi fiscali statali. Lo stesso mercato del fotovoltaico si è adattato alla grande richiesta di questa soluzione venendo incontro anche all’architettura degli edifici.

KIT SOLARE FOTOVOLTAICO 3 KWP COMPOSTO DA 12 EURENER PEPV 250 + INVERTER ABB PVI-3.0 – INSTALLAZIONE COMPRESA

Un ulteriore aiuto arriva dalle più recenti tecnologie che permettono di dotare un’abitazione di sistemi che collegano l’impianto fotovoltaico con le componenti elettriche che gestiscono e controllano gli elettrodomestici o gli impianti di riscaldamento e di illuminazione quando non si è in casa, attivandoli automaticamente quando si ha produzione di energia fotovoltaica.

Come produrre acqua calda con un impianto solare termico

Per ovviare invece alla la produzione di acqua calda è possibile sfruttare la tecnologia del pannello solare termico che sfrutta l’energia del sole trasferendo il calore tra un fluido che circola all’interno del pannello e l’acqua utilizzata negli impianti di casa, accumulata in un serbatoio.

PANNELLO SOLARE TERMICO A CIRCOLAZIONE NATURALE ARISTON MODELLO HF 150-1 TT 150 LT

Il suo funzionamento è molto semplice: attraverso il pannello la luce solare raggiunge l’assorbitore che , scaldandosi, trasferisce il calore al termoconvettore (che solitamente è composto da acqua mista e antigelo). Una pompa trasporta il fluido verso lo scambiatore di calore del bollitore solare. Lì l’energia termica viene trasmessa ad un serbatoio di stoccaggio per racchiudere tutta l’acqua calda di cui si necessita.

I MIGLIORI PANNELLI SOLARI

Li trovi solo su CaldaieMurali.it!

Like it? Share with your friends!

0

Cosa ne Pensi?

Non mi Piace Non mi Piace
0
Non mi Piace
Mi Piace Mi Piace
0
Mi Piace
Arrabbiato Arrabbiato
0
Arrabbiato
Divertito Divertito
0
Divertito
Termopratico