Che cos’è e a cosa serve un libretto d’impianto per i climatizzatori

2 min


0

L’impianto di climatizzazione, che sia di nuova installazione o già esistente, deve essere essere dotato di un Libretto d’Impianto Termico (similare al libretto di impianto già da molti anni in vigore per le caldaie) che può essere rilasciato anche da un Installatore Certificato, ma l’obbligo è a carico del proprietario dell’impianto.
La periodicità della manutenzione dipende dalla potenza del sistema e dalle normative regionali.
Inoltre, se la potenza nominale dell’impianto è maggiore di 12 kW è obbligatorio anche sottoporre lo stesso agli opportuni controlli periodici, accertandosi che, nel tempo, i consumi non siano cresciuti troppo rispetto all’iniziale rendimento.

Chi deve richiedere e compilare il libretto per impianto di climatizzazione?


Nel caso di installazione di un nuovo impianto, il libretto va compilato dall’installatore. Per gli impianti esistenti invece deve provvedere il proprietario dell’impianto, l’amministratore di condominio o il terzo responsabile incaricato dall’amministratore o dal proprietario.
Una parte del modulo, quella anagrafica, può quindi essere completata direttamente dal responsabile dell’impianto, mentre l’altra va compilata dal tecnico che effettua il controllo.
Puoi scaricare il libretto dal sito del Ministero dello sviluppo economico.

In ogni caso il responsabile dell’impianto deve anche farsi carico della conservazione del libretto. In caso di nuovo impianto va conservato anche il libretto di quello vecchio.Viene inoltre fissato in 26°C (con tolleranza fino a 24°C) il limite della temperatura media per tutti gli edifici durante il funzionamento estivo dei climatizzatori d’aria. Per la climatizzazione invernale è confermato il limite di 18°C (con tolleranza fino a 20°C) per gli edifici adibiti ad attività industriali e artigianali, e di 20°C (con tolleranza fino a 22°C) per tutti gli altri edifici.
Per gli edifici pubblici invece il limite di temperatura è cambiato dopo l’entrata in vigore del Decreto Bollette. Nello specifico dal primo maggio 2022 al 31 marzo 2023 la media ponderata della temperatura degli edifici pubblici non dovrà superare i 19 gradi centigradi, con 2 gradi in più di tolleranza, per quanto riguarda il riscaldamento e non dovrà essere inferiore a 27 gradi, meno 2 gradi di tolleranza, con il condizionamento.

CLIMATIZZATORE CONDIZIONATORE HISENSE INVERTER NEW COMFORT 18000 BTU DJ50XA0AG A++ R-32

Controlli Periodici di Efficienza Energetica


Il controllo di efficienza energetica dell’impianto con conseguente redazione e rilascio del rapporto di controllo, è obbligatorio e deve essere eseguito in occasione delle operazioni di manutenzione, con la seguente cadenza:
Impianti di casa: il controllo di efficienza energetica (o prova fumi, bollino blu) per impianti alimentati a combustibile liquido o solido (gasolio, pellet, legna) deve essere effettuato ogni due anni. Invece per quelli alimentati a gas (metano o gpl) ogni 4 anni.

Puoi richiedere il libretto di efficienza energetica del tuo impianto di condizionamento presso un nostro installatore qualificato.


Like it? Share with your friends!

0

Cosa ne Pensi?

Non mi Piace Non mi Piace
0
Non mi Piace
Mi Piace Mi Piace
0
Mi Piace
Arrabbiato Arrabbiato
0
Arrabbiato
Divertito Divertito
0
Divertito
Termopratico